Diagnostica per immagini: Insieme Umbria contro il Cancro mette in evidenza le criticità

    0
    175

    Terzo ‘focus’ organizzato dalla rete di associazioni che si occupano dei malati oncologici: “Siamo preoccupati, va migliorato il percorso di cura”. I professionisti: “Pazienti al centro della nostra attenzione, stiamo perfezionando l’offerta”

    La diagnostica per immagini al centro della terza tavola rotonda organizzata dalla rete di associazioni Insieme Umbria contro il Cancro.

    L’evento, che si è tenuto sabato 20 gennaio presso il ‘Green Business Center’ del Barton Park a Perugia, chiude la progettualità prevista per il 2023, con l’obiettivo di approfondire attraverso il contributo di opinione dei professionisti le prospettive e le criticità del percorso di cura del malato oncologico.

    Insieme Umbria contro il Cancro con questo evento insiste per la piena attuazione della Rete Oncologica regionale e la sua funzionalità  per la presa in carico del paziente oncologico e oncoematologico all’interno delle quattro strutture di accoglienza presenti in Umbria.

    “Esprimiamo ancora una volta senza imbarazzo alcuno – dichiara la referente Cristina Gugnoni –  una forte preoccupazione per la disattesa applicazione in questi anni del DM 70 in merito alla Rete Oncologica regionale, ritenendola l’unico strumento in grado di aiutare il difficile percorso dei malati oncologici alla luce anche della recente riforma sanitaria messa in atto dal governo della nostra Regione. Insieme Umbria contro il Cancro si rende disponibile a lavorare sin da subito alla piena realizzazione della Rete Oncologica Regionale a patto che ciò avvenga anche nella fase della costruzione del percorso. Insieme è nata per questo e risponde solo agli associati e ai pazienti dalle associazioni che ne fanno parte”.

    Dal grido delle associazioni alle risposte dei professionisti. a cominciare dal Dr. Michele Duranti, Direttore del dipartimento diagnostica per immagini struttura complessa di radiologia dell’Azienda Ospedaliera di Perugia.

    “Riceviamo quotidianamente questo grido di allarme da parte dei pazienti oncologici e facciamo il possibile per dare delle risposte concrete. Abbiamo allargato l’offerta delle prestazioni e un loro concreto miglioramento. Stiamo cercando di garantire un’uniformità degli esami e soprattutto, cosa più importante, che il paziente possa usufruire delle prestazioni nella struttura più vicina a casa”.

    Presente anche il Dr. Fabio Loreti,  Direttore del dipartimento diagnostica per immagini e radiologia terapeutica e interventistica dell’Azienda Ospedaliera di Terni.

    “Ringrazio le associazioni che ci hanno permesso di metterci seduti allo stesso tavolo e di confrontarci. Esistono delle criticità, è innegabile, soprattutto per quanto riguarda la presa in carico dei pazienti oncologici. Stiamo cercando di rendere omogenea la risposta diagnostica in tutta l’Umbria e credo che ci stiamo riuscendo”.

    Importante anche il contributo di opinione fornito dal Dr. Walter Papa Direttore del dipartimento di radiologia struttura complessa di diagnostica per immagini della USL Umbria 1

    “I pazienti oncologici sono al centro della nostra attenzione, sempre. Dalla seconda metà del 2023 abbiamo iniziato a costruire delle agende a loro riservate. Tecnicamente si definiscono piastre, dove lo specialista oncologo può direttamente prenotare la visita di cui necessita il paziente. Puntiamo a ridurre al minimo le attese rispetto alle prestazioni fornite alle persone che vivono la realtà della malattia oncologica”.

    LE 14 ASSOCIAZIONI CHE COMPONGONO ‘INSIEME UMBRIA CONTRO IL CANCRO’

    Aucc, Punto Rosa 2.0 Donne Tumore al seno e dintorni, Airc, Donne Insieme, Aronc, Fondazione Avanti Tutta, Avis Perugia, La Lumaca, Aelc, Associazione Giacomo Sintini, Afas, Persefone cure palliative, Prenditi cura di te e Vivo a colori.